Cerca nel sito

Cyber Security: quali saranno le minacce per il 2021?

Dalla crittografia dei dati alla loro sottrazione a scopo di ricatto: ecco come evolverà l’attenzione dei criminali informatici nel 2021

Contattaci

ICT News, In evidenza, Sicurezza Informatica, | 3 Dicembre 2020

Le frodi informatiche e gli attacchi cyber sono aumentati a tal punto in Italia quest’anno che la cybersecurity è diventata una vera e propria priorità nazionale.

L’emergenza Covid-19 ha infatti condizionato notevolmente la sicurezza informatica, soprattutto con l’aumento più che rilevante dei lavoratori in smart working che ha creato le condizioni ideali per il proliferare del cybercrime.

In un contesto in continua evoluzione, diventa così essenziale per le aziende migliorare i sistemi di protezione facendo della cybersecurity un pilastro fondamentale per proteggere il patrimonio dei dati aziendali.

“L’anno del ricatto”: le tendenze per il 2021 nell’ultimo Report di Acronis

Dall’Acronis Cyberthreats Report 2020, un’analisi approfondita dello scenario delle minacce informatiche pubblicata il 2 dicembre, emerge  una costante tendenza in crescita dei cybercriminali che puntano a massimizzare il loro profitto economico.

Le previsioni per il 2021 infatti prevedono che i criminali informatici sposteranno la loro attenzione dalla crittografia dei dati alla loro sottrazione a scopo di ricatto, minacciando di rendere pubblici i dati rubati se la vittima non versa la somma richiesta.

Una nuova sfida, questa, per i professionisti IT, impegnati a contrastare la velocità con cui i malintenzionati modificano i propri attacchi in funzione delle novità nel panorama IT.

Cosa aspettarsi dunque per il 2021?

  • Incremento degli attacchi contro gli smart worker: nel 2021 si prevede un aumento degli attacchi contro i lavoratori da remoto, sfruttando la maggior semplicità ci compromettere sistemi esterni alle reti aziendali che facilitano l’accesso ai dati aziendali.
  • Obiettivi sempre più specifici di ramsomware e malware contro le aziende: i cybercriminali punteranno sugli attacchi che potranno offrire un maggior profitto. Accedere a una rete per appropriarsi dei dati di più società, per esempio, è più redditizio che attaccare singole organizzazioni. Gli obiettivi più ambitisaranno dunque gli ambienti cloud e i provider di servizi gestiti con sistemi che possono consentire l’accesso a più clienti.
  • Evoluzione delle tecniche e aumento del numero di malware: con l’incremento dell’uso dell’automazione, gli attacchi potranno essere ancora più numerosi e sarà sempre più essenziale adottare nuovi metodi per la protezione che siano agili e progettati per stare un passo avanti alle nuove minacce.

La risposta TWT alle minacce in continua evoluzione 

Una soluzione completa per la sicurezza informatica deve prevedere integrazione e automazione per rimuovere ogni complessità, ottimizzare le performance e accelerare il ripristino nel caso in cui non sia stato possibile evitare un attacco.

Ecco perché TWT ha studiato la soluzione integrata Cloud Protection per la sicurezza informatica delle aziende. Basata su tecnologia Acronis, la suite TWT per la sicurezza comprende i principali servizi per la protezione di dati e sistemi, come le funzionalità anti malware e anti ransomware di nuova generazione, abbinate a strumenti completi di gestione degli endpoint, di backup e disaster recovery.

I 3 elementi fondamentali che compongono Cloud Protection:

  • Anti malware e anti ramsomware: protezione di nuova generazione basata su Intelligenza Artificiale;
  • Sicurezza e gestione: risparmio delle risorse IT attraverso nuove funzionalità di patch-management e desktop remoto;
  • Backup e disaster recovery: ripristino rapido e affidabile di applicazioni, sistemi e dati.

Richiedi una consulenza gratuita ai nostri esperti >>

Condividi questo articolo